Bagaglio smarrito: istruzioni per l’uso

In questi giorni molti cittadini stanno partendo per le vacanze estive. Un viaggio è sicuramente un piacevole momento di svago, relax e divertimento, che tuttavia può riservare degli inconvenienti. Tra questi, uno dei più frequenti è lo smarrimento del bagaglio: a tale proposito riteniamo utile fornire alcune istruzioni per affrontare questa spiacevole situazione, tenendo comunque presente che di solito l’80% dei bagagli smarriti viene ritrovato entro 24 ore, il restante 20% entro 3 giorni.

  • Se al momento dell’arrivo in aeroporto il bagaglio risulta smarrito, si ha diritto ad un rimborso: per ottenere il ristoro, è necessario rivolgersi all’Ufficio oggetti smarriti (Lost and found) esibendo il biglietto aereo e lo scontrino bagagli, per poi procedere alla compilazione dell’apposito modulo PIR (Property Irregurarity Report) in cui descrivere con la maggior precisione possibile le valigie smarrite.
  • La policy adottata da numerose compagnie prevede l’erogazione di una cifra di denaro per le piccole spese (spazzolino da denti, rasoio, pigiama ecc.) ai passeggeri non residenti nel luogo di arrivo il cui bagaglio smarrito non venga rintracciato entro 24 ore dall’atterraggio (è bene conservare gli scontrini degli acquisti effettuati).
  • Nel caso in cui il bagaglio risulti definitivamente smarrito, danneggiato o consegnato in ritardo si ha diritto a un risarcimento massimo di circa 1.200 euro per voli assicurati da compagnie UE in tutto il mondo.
  • Le compagnie aeree che non aderiscono alla Convenzione di Montreal del 1999 prevedono, in caso di smarrimento o danneggiamento del bagaglio, un risarcimento fino a 20 euro per kg per arrivare fino a un massimo di 388 euro solo nel caso in cui il danno sia imputabile al vettore.
  • I danni, pena la decadenza, devono essere denunciati alla Compagnia entro 7 giorni in caso di danneggiamento del bagaglio ed entro 21 giorni per ritardata consegna.
  • E’ possibile stipulare polizze assicurative contro il furto e la perdita dei bagagli che permettono, a fronte di un esiguo premio, di avere indennizzi superiori a quelli offerti dalle compagnie aeree, di navigazione o ferroviarie. Suggeriamo inoltre di pagare eventualmente il biglietto con una carta di credito che includa un’assicurazione (prevista dalle carte di credito più diffuse).
  • Per i voli aerei è possibile, al momento del check-in, chiedere di usufruire della “Dichiarazione di valore” (valida solo per i viaggi interamente effettuati con la stessa Compagnia) che permette di elevare il limite di responsabilità del bagaglio registrato.
291 Visite
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *