Cambio Lira / Euro: che fare

*** ARTICOLO AGGIORNATO IL 22/01/2016 ***

 

Lo scorso novembre la Corte Costituzionale ha dichiarato incostituzionale la norma, risalente al governo Monti, che stabiliva la prescrizione anticipata del vecchio conio. Si è quindi riaperta una “finestra” di tre mesi per cambiare le vecchie lire in euro. Questa possibilità vale per coloro che avevano interrotto la prescrizione a suo tempo, richiedendo per iscritto la conversione entro il 28 febbraio 2012.

La Banca D’Italia ha emanato la nota in allegato, con la quale si comunicano le modalità di riscossione. In particolare, occorre presentare la prova della richiesta scritta inviata a suo tempo presso uno degli sportelli della Banca D’Italia sul terriorio.

Se, nonostante si abbiano tutti i requisiti, il cambio dovesse venire negato, è possibile inviare il modello di lettera preparato dai colleghi di Federconsumatori Piacenza, da spedire a Ministero e Banca D’Italia per interrompere la prescrizione. La richiesta agli sportelli, o, in caso di diniego, la lettera, hanno scadenza 28 gennaio 2015.

Nota Banca Italia Cambio lira euro

MODELLO LIRE EURO.doc

302 Visite
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *