Federconsumatori Su 7 Gold alle ore 8 e alle 12 a RETE 8!

Saremo Rete 8, canale 86 con il presidente Maurizio Gentili e l’avvocato Paolo Garagnani per parlare delle utenze di luce, gas e acqua che interessano tutte le nostre abitazioni! alle ore 8 e alle 12 su 7 GOLD!

VOLANTINO per tv 7 gold. energia

ù

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

“Realizzato nell’ ambito del Programma generale di intervento della Regione Emilia-Romagna con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello sviluppo economico. Ripartizione 2015″.

73 Visite

L'intervento del presidente di Federconsumatori Bologna al convegno sull'e-commerce

Negli ultimi anni il commercio elettronico ha registrato una crescita costante nel nostro Paese fino a affermarsi come uno settori principali di innovazione per le imprese ed a modificare le abitudini di consumo dei cittadini. Allo stesso tempo assistiamo ad un aumento dei reclami causati dalla violazione delle Leggi a tutela del consumatore. E’ anche cresciuto il numero delle aziende e dei posti di lavoro che riguardano attività legate al commercio online e sono state introdotte nuove dinamiche nella gestione del lavoro, specie nei settori del commercio e della distribuzione.

I dati ci indicano che il fenomeno è in forte ascesa e modifica in modo consistente il concetto tradizionale di acquisto, sia per quanto riguarda la tutela del cittadino in quanto consumatore, sia per quanto riguarda i modi e i tempi del lavoro che aziende sempre più grandi impongono nel campo della distribuzione, con importanti ricadute sulle prestazioni dei lavoratori.

Il fenomeno dell’ e-commerce crea nuove insidie per i consumatori, come testimoniato dalle associazioni di categoria. Federcosumatori registra infatti, un crescente numero di pratiche relative a truffe, mancate consegne e altri problemi legati agli acquisti sulla rete.

Dall’altro lato, sono sempre più frequenti le notizie relative alle condizioni di lavoro precarie e inaccettabili in cui si trovano i lavoratori della distribuzione, che spesso vedono ricadere sulle loro spalle i costi della concorrenza sulla “rapidità” di consegna e sull’efficienza del servizio.

Sono queste le linee direttrici che vedremo analizzate nei seguenti interventi, cercando di cogliere in pieno la complessità del fenomeno.

Intervento di Maurizio Gentilini, presidente Federconsumatori Bologna.

Fin dalla prime parole emerge l’idea di non poter considerare il fenomeno dell’ e-commerce come problema esclusivo dei consumatori.

L’acquisto in rete, non modifica solo gli strumenti e le modalità con cui è necessario intervenire per difendere i diritti dei consumatori, ma modifica in modo consistente anche le modalità di organizzazione del lavoro, sia nell’ambito della produzione, sia in quella della distribuzione.

La crescente importanza che la distribuzione assume in questo tipo di contrattazione pone diverse questioni sulle condizioni che i lavoratori vivono. Spesso, infatti, la ricerca di massima flessibilità oraria e contrattuale da parte di queste aziende, porta a stipulare contratti precari, a giovani, spesso deboli dal punto di vista sindacale e privi di tutele.

L’obiettivo dell’incontro è dunque, quello di impegnarsi a capire complessivamente un fenomeno che lega consumatore e lavoratore, e di iniziare un percorso capace di articolare in modo complessivo le risposte che associazioni e sindacati possono dare, sostiene Gentilini.

Il fenomeno dell’acquisto sul web non può essere considerato solo causato dal risparmio che i consumatori ottengono rispetto ai negozi tradizionali. Quella che emerge è anche una questione di comodità. Si è modificata non solo la catena di vendita, ma anche la catena del valore, ci dice il presidente di Federconsumatori Bologna.

Per raffigurare graficamente come sono cambiati i modi ed i luoghi di acquisto si può immaginare di partire da quello che era il negozio di quartiere, subito superato dal supermercato in prossimità del quartiere, per poi giungere agli ipermercati e agli outlet, luoghi sempre più isolati, ideali per l’acquisto di massa delle famiglie. Oggi l’e-commerce toglie quote consistenti di mercato ai tradizionali canali di vendita e modifica le stesse abitudini di acquisto dei cittadini.

Si registrano, ci dice Gentilini, dati che vedono il mercato dell’e-commerce in crescita in maniera esponenziale fino al 17% tra il 2015 e il 2016, per un giro di introiti pari a 20 miliardi, una cifra consistente se si pensa che sono nel 2012 il mercato degli acquisti online riguardava circa 3 miliardi di euro. Tra i settori che maggiormente sono toccati dagli acquisti in rete troviamo il turismo, l’informatica, l’elettronica, l’abbigliamento e in tempi recentissimi, si registra una forte crescita del settore dell’arredamento.

L’esperienza di Federconsumatori Bologna riportata dal Presidente, insegna che giornalmente le pratiche che riguardano la tutela di diritti legati a questo tipo di acquisti cresce e il problema principale riguarda la formazione e l’informazione dei cittadini. Le principali problematiche sono: la consegna di prodotti non conformi alla richiesta, la mancata consegna dei prodotti, la consegna di prodotti difettosi, la difficoltà a far valere diritto di garanzia e altri ancora.

Ma, come accennato, sono cresciute anche le aziende che operano nel settore, il cui peso in termini di occupazione diventa consistente, aggiunge Gentilini, ammonendo circa i problemi di flessibilità contrattuale, oraria, e delle condizioni generali in cui si trovano i lavoratori di questi settori, a causa delle modalità di organizzazione del lavoro su cui spesso queste aziende scaricano il costo della concorrenza sul “tempo di consegna”, che è determinante in questo tipo di mercato.

Sono questi i temi che i vari relatori sono chiamati ad approfondire, cercando di analizzare ognuno con la propria sensibilità gli spunti proposti.

Prima della chiusura, un merito va riconosciuto a Rosario Trefiletti e alla Federconsumatori Nazionale, secondo Gentilini, quello di aver concentrato l’attenzione su una parte importante della tutela dei diritti, appunto quelli dei consumatori, che spesso è stata tralasciata dai soggetti tradizionali di tutela, ma che invece rappresenta un importante campo di conflitto politico, sopratutto contro le aziende che vedono il consumatore come il soggetto ultimo su cui scaricare i costi del processo produttivo.

“Realizzato nell’ ambito del Programma generale di intervento della Regione Emilia-Romagna con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello sviluppo economico. Ripartizione 2015″.

114 Visite

Convegno Lotta allo spreco alimentare: la nuova normativa e gli effetti sui consumatori

 

 

Venerdi’ 5 Maggio, presso la Sala Panini a Modena in via Granaceto 134, si terrà un importante incontro sul tema della lotta allo spreco alimentare e in particolare verranno analizzate le tutele dei diritti dei consumatori in seguito alla nuova normativa in materia. Federconsumatori invita la cittadinanza tutta a partecipare a un incontro su una delle questioni più cruciali degli ultimi periodi.Senza nome 1

104 Visite

Mercoledì 17 Maggio, SICUREZZA DEI PRODOTTI: il mercato dell’abbigliamento e dei giocattoli

Mercoledì’ 17 Maggio,presso la sala di Camera del Commercio in via Maserati Alfieri 16,a Bologna, siamo lieti di invitare la cittadinanza tutta ad un importante incontro sul tema della sicurezza dei prodotti nei mercati dell’abbigliamento e dei giocattoli, analizzando in modo puntuale gli strumenti a tutela dei diritti dei consumatori.

Qui il link per l’accreditamento.

 

L’ evento è accreditato dall’ordine degli avvocati che prevede due punti di formativi seguendo questo link.

sicurezza giocattoli e abbigliamento

98 Visite

Federconsumatori Bologna in TV!

VOLANTINO per tv 7 gold. servizi pubblici 2017

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lunedì 10 aprile la trasmissione Aria Pulita ci ospita per parlare di Equitalia, cartelle esattoriali, servizi pubblici e tariffe. Vi aspettiamo tutti sintonizzati su 7 Gold Emilia Romagna, canale 13, a partire dalle ore 8. In replica su Rete8, canale 86, a partire dalle ore 12.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

“Realizzato nell’ambito del Programma generale di intervento della Regione Emilia-Romagna con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello sviluppo economico. Ripartizione 2015”

 

115 Visite

Assemblea dei soci Federconsumatori Bologna: 27 Aprile

 

ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI

FEDERCONSUMATORI BOLOGNA

In prima convocazione: sabato 22/4/2017 alle ore 10.

In seconda convocazione:

GIOVEDI 27 APRILE 2017 ore14,00

presso: sala del 5° piano della CGIL Regionale, Via Marconi 69, Bologna,

con il seguente ordine del giorno :

1) Approvazione bilancio consuntivo 2016 e preventivo 2017.

2) Relazione sindaci revisori

3) Attività e progetti 2017

4) Varie ed eventuali

feder bologna

Partecipate all’assemblea dei soci.

Per riflettere sull’attività svolta e per costruire insieme nuovi obiettivi.

Il Presidente Federconsumatori Bologna

                                                                                                                                           Maurizio Gentilini

“Realizzato nell’ambito del Programma generale di intervento della Regione Emilia-Romagna con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello sviluppo economico. Ripartizione 2015”

SEDE – Via del Porto 16 – 40122 Bologna – Tel. 051-6087120 – Fax 0516087122

www.federconsumatoribologna.it e-mail: info@federconsumatoribologna.it-  Facebook– 

121 Visite

Giornata dell'acqua 2017: #Salvalagoccia

Il 22 marzo di ogni anno si celebra la Giornata Mondiale dell’Acqua, un’occasione per mettere in luce alcuni aspetti dell’acqua e coinvolgere il maggior numero di persone, renderle consapevoli del consumo che si fa attraverso le scelte e i comportamenti individuali e favorire atteggiamenti e politiche virtuose.

Quest’anno la Giornata si concentra sulle acque reflue (wastewater) perché ad oggi, a livello globale, la stragrande maggioranza della wastewater proveniente da attività domestiche, agricole e industriali, viene riversata in natura senza essere adeguatamente trattata, inquinando l’ambiente e disperdendo al contempo nutrienti e altri materiali che sarebbero invece recuperabili. Si tratta quindi di una risorsa che viene sprecata: se fosse sfruttata meglio, il ciclo dell’acqua potrebbe essere ottimizzato.
Ma c’è anche un’altra questione che va affrontata con urgenza: la gestione delle acque urbane.
Nel 2050 circa il 70% della popolazione mondiale vivrà nelle città e nelle aree urbane, registrando un incremento del 20% rispetto a quella attuale. Purtroppo però la maggior parte delle città dei Paesi in via di sviluppo non è dotata di adeguate infrastrutture per depurare e trasformare le acque in modo efficace e sostenibile. A ciò si aggiunga che entro il 2030 la domanda globale di acqua è destinata a crescere del 50%. La sfida è dunque trovare nuovi approcci per la raccolta e l’uso delle acque reflue, che consentano di rendere efficienti la produzione alimentare e lo sviluppo industriale.

A livello individuale, invece, ognuno può assumere comportamenti virtuosi per limitare lo spreco di acqua. Ad esempio:

1. Quando ti lavi i denti usa un bicchiere, e apri il rubinetto solo per bagnare lo spazzolino: consumerai solo 2 litri d’acqua (contro i 9 litri se lasci scorrere l’acqua).
2. Chiudi il rubinetto quando ti insaponi. E non aprirlo completamente quando lavi le mani. Attenzione ai rubinetti che gocciolano: falli riparare subito, altrimenti sprecherai circa 5 litri di acqua al giorno.
3. Non stare sotto la doccia a lungo e non riempire troppo la vasca da bagno. Una doccia consuma in media 30-50 litri, mentre per il bagno occorrono 150 litri.
4. Installa gli aeratori ai rubinetti. Si tratta di dispositivi che riducono della metà il flusso dell’acqua. Dopo l’installazione il getto sembrerà più forte poiché l’aria viene mescolata con l’acqua in uscita. I consumi di una famiglia composta da 4 persone potranno essere ridotti di oltre 1.000 litri al mese. Un riduttore di flusso costa poco (3 – 4 euro) e si può trovare in qualsiasi negozio di ferramenta.
5. Non lavare la frutta e la verdura sotto l’acqua corrente: basta riempire una bacinella e mettere gli ortaggi a bagno per un po’.
6. I piatti e le stoviglie possono essere lavati in una bacinella: così si consumeranno circa 20 litri d’acqua e se ne risparmieranno 90.
7. A tavola preferisci menù vegetariani: l’impronta idrica di una cena a base di legumi e ortaggi è di gran lunga inferiore di un pasto a base di carne.
8. Fai funzionare gli elettrodomestici, lavatrice e lavastoviglie, solo a pieno carico: la lavatrice impiega da 90 a 160 litri per ogni ciclo di lavaggio. Inoltre, scegli il programma “economy”, non usare il prelavaggio né i programmi a 90° C .
9. Se hai un giardino ricorda che in estate è bene irrigare le piante al mattino presto o di sera: così eviti che l’acqua evapori prima di raggiungere le radici. I fiori vanno bagnati con gli innaffiatoi e non con il tubo di gomma. Per arbusti e piante si possono utilizzare gli impianti goccia a goccia: si immettono piccole quantità d’acqua, ma con ritmo costante. Lascia le foglie tagliate sul terreno, in modo da prevenire, nei periodi di siccità, l’inaridimento del prato. Questo accorgimento diminuirà l’impiego di acqua per irrigarlo.
10. È meglio lavare le automobili in una stazione self-service, perché si risparmia molta acqua. Lavandola con un tubo di gomma si consumano più di 400 litri.

 

 

E.A.
“Realizzato nell’ambito del Programma generale di intervento della Regione Emilia-Romagna con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello sviluppo economico. Ripartizione 2015”.

 

 

104 Visite

Azione di Federconsumatori per tutelare le comunità di Bagnarola e Maddalena di Cazzano per i disservizi relativi alla telefonia

feder bologna

AZIONE PROMOSSA DA FEDERCONSUMATORI

A FAVORE DI COLORO CHE HANNO SUBITO

LA SOSPENSIONE O IL MALFUNZIONAMENTO DELLA LINEA TELEFONICA E DELL’ADSL

A seguito delle decisioni assunte nell’assemblea del 6 marzo 2017 tenutasi a Bagnarola, Federconsumatori Bologna offre la propria assistenza e consulenza per consentire agli utenti, privati o commerciali, di ottenere gli INDENNIZZI/RISARCIMENTI loro spettanti per l’importante disagio subito a causa dell’illegittima interruzione della linea telefonica e comunque del malfunzionamento della stessa e della connessione adsl . In base alla carta servizi dell’operatore telefonico e della normativa di settore AGCOM, infatti, in tali ipotesi, sia di sospensione del servizio che di suo malfunzionamento, l’utente ha diritto a vedersi riconoscere gli indennizzi spettanti. Federconsumatori, consapevole degli evidenti disagi e danni che gli utenti hanno subito con quanto accaduto, con pesanti ricadute per le le intere comunità di BAGNAROLA E MADDALENA DI CAZZANO, sia per i cittadini privati che per le attività e le imprese, si rende disponibile a fornire a quanti interessati il proprio supporto al fine di avere giustizia tramite procedure alternative di conciliazione, con cui da tempo l’Associazione riesce ad ottenere importanti risultati, evitando i tempi ed i costi di una causa ordinaria.

L’intestatario della linea interessato dai disservizi che ci sono stati, quindi, munito di fotocopia del documento di identità e fotocopia di una bolletta, potrà recarsi per sottoscrivere la necessaria documentazione ed aderire all’azione promossa da Federconsumatori Bologna presso:

CIRCOLO I MULINI A VENTO

VIA SAN DONATO 11

MADDALENA DI CAZZANO

Nelle giornate di:

MERCOLEDI’ 15 MARZO 2017 DALLE 16 ALLE 19

VENERDI 17 MARZO 2017 DALLE 16 ALLE 19

Federconsumatori avvierà la procedura per coloro che sono interessati, al costo della sola tessera ( valida per 1 anno) di 10,00€ , oltre ad un eventuale contenuto rimborso spese da corrispondersi solo in caso di esito positivo.

Per qualsiasi informazione o per ricevere assistenza contattaci al tel 051 6087120, o vieni nella nostra sede in via del Porto 16. Puoi scriverci a  info@federconsumatoribologna.it o sulla nostra pagina facebook o tramite profilo.

E.A.

“Realizzato nell’ambito del Programma generale di intervento della Regione Emilia-Romagna con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello sviluppo economico. Ripartizione 2015”.

195 Visite

6 Marzo: Assemblea Pubblica a Budrio sul malfunzionamento dei servizi telefonici.

16266114_1249644361821714_9104107422624848242_n

LUNEDI’ 6 MARZO alle ore 20,30 Presso SALETTA PARROCCHIALE di BAGNAROLA , presso VIA BAGNAROLA 43 BUDRIO

ASSEMBLEA PUBBLICA

sul tema: “Sospensione/malfunzionamento dei servizi telefonici: fisso, mobile e accesso Adsl”. La zona di Bagnarola è stato coinvolta dai disagi causati dal malfunzionamento e sospensione delle linee telefoniche. A fronte di una situazione differenziata sul territorio diventa indispensabile fare il punto con i cittadini per accertare le varie posizioni e fine di fronteggiare i disservizi telefonici che interessano il territorio di Bagnarola ed i suoi cittadini .

L’ assemblea è convocata anche per verificare i possibili interventi in via di urgenza e per informare sugli indennizzi e risarcimenti spettanti agli utenti in base a quanto previsto dalla carta dei servizi telefonici.

Saranno presenti:

Maurizio Gentilini; presidente Federconsumatori Bologna.

Avv. Giampiero Falzone, collaboratore Federconsumatori ed esperto per la telefonia.

Anna Dal Cero, Federconsumatori, esperta per la telefonia.

82 Visite

Iniziative di Marzo 2017

Ecco le iniziative del mese di Marzo che ospiteremo nella sede di Federconsumatori Bologna in via del porto 16, Bologna.

  • Con l’avvocato Gustavo Tortoreto esperto finanziario e collaboratore della nostra associazione si parlerà di accesso al credito, risparmio, mutui e prodotti assicurativi nelle giornate:

Giovedi 16 marzo 2017

Venerdi 24 marzo 2017

Giovedi 30 marzo 2017 dalle 14,30 alle 17

Venerdi 31 marzo 2017

  • Si tratterà di prevenzione alle truffe e servizi di telefonia:
venerdi 3 marzo 2017 salle 9 alle 12, con Avvocato Paolo Garagnani.
Venerdi 10 marzo 2017 salle 9 alle 12, con Avvocato Giuseppe Genna.
venerdi 24 marzo 2017 salle 9 alle 12, con Avvocato Paolo Garagnani.
Venerdi 31 marzo 2017 salle 9 alle 12, con Avvocato Giuseppe Genna.

 

Per ulteriori informazioni o per eventuali chiarimenti non esitate a contattarci al 051  087120, o scivendoci a  info@federconsumatoribologna.it, tramite i social network su facebook o durante gli orari di sportello in via del porto .

 

 

76 Visite