Voli cancellati con Ryanair: cosa fare

La compagnia aerea low-cost Ryanair ha annunciato la cancellazione di circa 2000 voli fino alla fine di ottobre. L’elenco dei voli cancellati, che è in aggiornamento, è pubblicato sul sito della compagnia a questo link. Spesso a causa dei disagi dovuti alla cancellazione del volo, il viaggiatore si trova a dover affrontare spese aggiuntive e impreviste. Quando queste sono direttamente imputabili alla cancellazione del volo devono essere risarcite dalla compagnia aerea, come garantisce la normativa comunitaria. Dunque, ci siamo attivati per creare uno sportello che si occupi del tema presso la sede di Federconsumatori Bologna, in via del porto 16, per gestire le le richieste di risarcimento da far pervenire a Ryanair, analizzando caso per caso. 

Consigliamo di  conservare le ricevute di tutte le spese sostenute per eventuali pernottamenti supplementari, per l’acquisto di titoli di viaggio alternativi e per l’acquisto di beni di prima necessità.

Non solo il rimborso del prezzo del biglietto,ma anche assistenza e indennizzo fino a 600 euro. Sono alcune delle tutele previste per i passeggeri nei principali casi di disservizio (ovvero la cancellazione del volo), che interessano in questi giorni numerosissimi viaggiatori che dovevano o dovranno partire con Ryanair.

Il passeggero ha diritto ad un rimborso del prezzo del biglietto per la parte del viaggio non effettuata, oppure ad un altro volo il prima possibile o in una data successiva più conveniente per lui, in condizioni di viaggio comparabili.

La compagnia inoltre si dovrà far carico:
  •          dell’assistenza con pasti e bevande in relazione alla durata dell’attesa;
  •           di una adeguata sistemazione in albergo, nel caso in cui siano necessari uno o più pernottamenti;
  •           del trasferimento dall’aeroporto al luogo di sistemazione e viceversa;
  •           di due chiamate telefoniche o messaggi via telex, fax o e-mail.

Vi invitiamo, dunque, a contattarci al numero 051/6087120, tramite i social network, o per mail a info@federconsumatoribologna.it per ottenere assistenza nella richiesta di rimborso che preveda oltre al pagamento del biglietto, un rimborso per le spese ed i disagi che la cancellazione del volo ha provocato. Ogni caso verrà analizzato dai nostri consulenti. 

E.A.

“Realizzato nell’ ambito del Programma generale di intervento della Regione Emilia-Romagna con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello sviluppo economico. Ripartizione 2015″.

210 Visite

Banche venete: si può chiedere il rimborso fino al 30 SETTEMBRE

I possessori di obbligazioni subordinate emesse dalle banche venete in difficoltà (Banca Popolare di Vicenza S.p.A. e  Veneto Banca S.p.A) possono recuperare l’80% del loro investimento accedendo al Fondo di solidarietà interbancario di tutela dei depositi. Si è quindi aperta anche per loro la strada già intrapresa dai possessori di subordinate delle cosiddette “quattro banche” (Carife, Banca Etruria, CaRiChieti e Banca Marche).

Il Gruppo bancario Intesa Sanpaolo ha dato la disponibilità a indennizzare per il rimanente 20% gli investitori in strumenti finanziari subordinati emessi dalle due banche. Come concordato con il citato Gruppo, il Fondo Interbancario provvederà direttamente al rimborso – in nome e per conto di Intesa Sanpaolo – della quota del 20% di sua pertinenza. In tal senso, gli investitori dovranno effettuare un’unica istanza al FITD per l’intero ammontare dell’indennizzo.

Potranno presentare le domande di accesso al Fondo  solo coloro che hanno acquistato le obbligazioni subordinate entro la data del 12.06.14 e che hanno un reddito complessivo ai fini IRPEF calcolato al 31.12.14 inferiore a € 35.000  ovvero un patrimonio posseduto al 31.12.2015 inferiore a € 100.000.

La richiesta di rimborso deve essere inoltrata, utilizzando la modulistica presente sul sito del Fondo, corredata di tutta la documentazione, entro e non oltre il 30 settembre 2017

Per avere il nostro supporto nell’inoltro della domanda ci potete chiamare al n.051/6087120 e fissare appuntamento.
Gli orari del nostro centralino sono i seguenti; lunedì, martedì, mercoledì e venerdì 9-12 e 14-17, giovedì 14-17 (a partire dal 28 agosto)

 

E.A.

“Realizzato nell’ ambito del Programma generale di intervento della Regione Emilia-Romagna con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello sviluppo economico. Ripartizione 2015″.

157 Visite

FEDERCONSUMATORI SU RADIO CITTA' FUJIKO fm 103.1

VENERDI’ 14 LUGLIO 2017ALLE ORE 14,30 FEDERCONSUMATORI BOLOGNA su Radio città Fujiko! 

VOLANTINO per radio fujico. 3

81 Visite

Conferenza stampa costituzione parte civile CARIFE

E’stata indetta la Conferenza stampa per  VENERDI 30 GIUGNO 2017 ore 12,00  presso: sede Federconsumatori Bologna via del Porto 16.

COSTITUZIONE PARTE CIVILE PER I RISPARMIATORI DELLA CARIFE.

 

conferenza stampa costituzio parte civile Carife-1

 

“Realizzato nell’ ambito del Programma generale di intervento della Regione Emilia-Romagna con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello sviluppo economico. Ripartizione 2015″.

 

 

 

61 Visite

Il Servizio Civile presso Federconsumatori Bologna! Scadenza Bando: H14.00, 26/06/17

E’ stato pubblicato il nuovo bando del Servizio civile nazionale che scade il 26/06/2017 alle ore 14.00  con possibilità di svolgere il periodo di 12 mesi presso Federconsumatori.

Federconsumatori Bologna cerca n.1 volontario/a che svolga il periodo presso la sede di Bologna di Via del Porto n 16.

 

feder bologna

Le domande devono essere presentate entro e non oltre le ore 14.00 del 26 giugno 2017.

 

Le domande possono essere presentate esclusivamente nelle seguenti modalità:

 

 

  •  

    a mezzo raccomandata A/R presso Federconsumatori Bologna, Via  del Porto 16,40122 Bologna. 

    (la raccomandata dovrà PERVENIRE all’Ente entro e non oltre la data e l’orario di scadenza previsti. Non farà fede il timbro postale di invio della raccomandata).

 

  • a mano.

 

Sono esclusi i giovani che inviano all’ Ente due domande per due distinti progetti dell’Ente.

Ecco il bando, il progetto,ed  il modulo per la presentazione delle domande:

Bando Servizio Civile

PROG_CONSUMO_DUNQUE_SONO_FEDERCONSUMATORI

Sintesi progetto_FEDERCONSUMATORI_CONSUMO_DUNQUE_SONO

domanda_FEDERCONSUMATORI_BOLOGNA_CONSUMO DUNQUE SONO

 

 

“Realizzato nell’ ambito del Programma generale di intervento della Regione Emilia-Romagna con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello sviluppo economico. Ripartizione 2015″.

 

 

 

37 Visite

Federconsumatori Bologna in TV!

VOLANTINO per tv 7 gold. servizi pubblici 2017

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lunedì 10 aprile la trasmissione Aria Pulita ci ospita per parlare di Equitalia, cartelle esattoriali, servizi pubblici e tariffe. Vi aspettiamo tutti sintonizzati su 7 Gold Emilia Romagna, canale 13, a partire dalle ore 8. In replica su Rete8, canale 86, a partire dalle ore 12.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

“Realizzato nell’ambito del Programma generale di intervento della Regione Emilia-Romagna con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello sviluppo economico. Ripartizione 2015”

 

67 Visite

Assemblea dei soci Federconsumatori Bologna: 27 Aprile

 

ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI

FEDERCONSUMATORI BOLOGNA

In prima convocazione: sabato 22/4/2017 alle ore 10.

In seconda convocazione:

GIOVEDI 27 APRILE 2017 ore14,00

presso: sala del 5° piano della CGIL Regionale, Via Marconi 69, Bologna,

con il seguente ordine del giorno :

1) Approvazione bilancio consuntivo 2016 e preventivo 2017.

2) Relazione sindaci revisori

3) Attività e progetti 2017

4) Varie ed eventuali

feder bologna

Partecipate all’assemblea dei soci.

Per riflettere sull’attività svolta e per costruire insieme nuovi obiettivi.

Il Presidente Federconsumatori Bologna

                                                                                                                                           Maurizio Gentilini

“Realizzato nell’ambito del Programma generale di intervento della Regione Emilia-Romagna con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello sviluppo economico. Ripartizione 2015”

SEDE – Via del Porto 16 – 40122 Bologna – Tel. 051-6087120 – Fax 0516087122

www.federconsumatoribologna.it e-mail: info@federconsumatoribologna.it-  Facebook– 

68 Visite

Nuova legge Regionale per la tutela dei diritti dei cittadini

E’ di oggi la notizia dell’approvazione della nuova legge per la tutela dei consumatori e degli utenti proposta dalla Giunta e approvata oggi a larga maggioranza dall’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna. La nuova legge riconosce ai consumatori, attraverso le loro Associazioni, il diritto di consultazione e proposta riguardo ad ogni atto, promosso dalla Regione, che li riguardi.

Questa nuova legge è stata fortemente voluta da Federconsumatori che il 18 novembre 2014, con altre 10 associazioni, invitò gli allora candidati alla Presidenza della Regione ad un’assemblea pubblica per chiedere la sostituzione della L.R. 45 del 1992, all’avanguardia quando fu adottata, ma ormai datata e non più rispondente alle reali necessità quotidiane dei cittadini.

La nuova legge risponde alle esigenze di collStampaaborazione con le realtà associative e riconosce l’importanza della formazione nella tutela dei diritti dei consumatori-utenti.

Nasce il Comitato regionale dei consumatori e degli utenti presieduto dall’assessore regionale al Commercio e composto dai rappresentanti delle associazioni iscritte al Registro con funzioni consultive e  propositive per la tutela della salute e sicurezza dei consumatori e di promozione di analisi sull’andamento dei prezzi, delle tariffe e dei tributi applicati sul territorio regionale. Sono stati aggiornati i criteri per il riconoscimento di associazione dei consumatori che vogliono iscriversi all’albo regionale.

Un ulteriore punto riguarda il riconoscimento del ruolo della formazione e dell’informazione dei cittadini, anche partendo dalla giovane età. A questo riguardo l’obiettivo è quello di dotarsi di strumenti capaci di mettere in atto progetti di formazione e informazione nelle scuole e per i cittadini più giovani.  Saranno avviate, inoltre, intese per la creazione di sportelli di assistenza e informazione gratuita presso i municipi a cui i cittadini potranno rivolgersi.

Positivo il commento di Federconsumatori Emilia-Romagna, che tramite Marcello Santarelli- Presidente di Federconsumatori Emilia Romagna – dichiara- «Questa legge rafforza la capacità di tutela dei consumatori da parte delle Associazioni»  «in special modo, quelli appartenenti alle fasce più deboli. Cittadini che hanno subito, in questi anni di crisi, da un lato, l’erosione del proprio reddito, dall’altro l’aggressività di un mercato che li ha sempre più vessati e raggirati».

Ecco la scheda riassuntiva della nuova legge e il comunicato stampa di FederconsumatoriER.

E.A.

“Realizzato nell’ambito del Programma generale di intervento della Regione Emilia-Romagna con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello sviluppo economico. Ripartizione 2015”.

116 Visite

Nuovo sportello "Fisco e consumatori"

Annunciamo l’apertura di un nuovo sportello monotematico presso la nostra sede di Via del Porto 16 a Bologna, a partire dal 2 dicembre il mercoledì mattina dalla 9 alle 12, previo appuntamento da fissare al n.051/6087120.
Lo sportello è rivolto ai cittadini che hanno problemi di natura tributaria (avvisi bonari, accertamenti, cartelle esattoriali, etc.).
Si tratta di una novità importante a livello locale che va a colmare un vuoto in un settore particolarmente delicato dove registriamo un sensibile aumento di domanda, spesso privo di supporti idonei a dare risposte ai cittadini.

Presso tale Sportello i cittadini–consumatori troveranno un Avvocato, consulente Federconsumatori, con esperienza e competenze specifiche altamente qualificate nel settore tributario che si avvarrà del supporto tecnico di un Dottore Commercialista, parte del nuovo progetto di consulenza ed assistenza dell’Associazione.

Per presentare al meglio il nuovo sportello, è indetta una conferenza stampa giovedì 26 novembre 2015 alle ore 12 presso la nostra sede in Via del Porto 16 a Bologna. Saranno presenti:
– Maurizio Gentilini, Presidente di Federconsumatori Bologna;
– Avv . Giampiero Falzone,  Avv. Aurora De Dominicis, Avv. Concetta D’amore e Avv, Fabio Iannaccone;
– Nicola Del Viscio, Dottore Commercialista.

75 Visite

Fondo per le vittime di discriminazione

È stato istituito presso il Ministero della Giustizia, su iniziativa del Consiglio Nazionale Forense e di UNAR, un Fondo di soliderietà  che può sostenere le vittime di discriminazione nel percorso giudiziario per la tutela dei propri diritti.

A CHI E’ DESTINATO
I soggetti che possono richiedere il contributo sono:
–  le vittime di discriminazioni per motivi di razza o origine etnica, religione, convinzioni personali, età, disabilità, orientamento sessuale e identità di  genere; a condizione che non usufruiscano del patrocinio a spese dello Stato;
– le associazioni di settore legittimate a stare in giudizio in rappresentanza delle vittime;
– le Organizzazioni sindacali, Associazioni e Organizzazioni rappresentative del diritto o dell’interesse leso.

COME FARE DOMANDA
La domanda, sottoscritta dal cittadino o nel caso di enti dal legale rappresentante, va presentata al gestore del Fondo, il Consiglio Nazionale Forense,  tramite raccomandata a/r presso la sede del CNF in via del Governo vecchio, 3 Roma o tramite Pec all’indirizzo fondazioneavvocaturaitaliana@pec.it
L’ammissibilità delle domande è valutata da un apposito Comitato di gestione del Fondo.
E’ possibile presentare 3 domande nell’arco temporale dell’anno.

 

Ulteriori informazioni a questo link.

In Emilia Romagna è attiva da tempo la Rete Antidiscriminazione che fornisce la prima  assistenza alle vittime di discriminazione.

 

Ester Anderlini

Realizzato nell’ambito del Programma generale di intervento 2013 della Regione Emilia Romagna con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico

49 Visite