Decreti ingiuntivi dalla Croazia: che fare?

Alcuni nostri associati ci hanno comunicato di aver ricevuto delle richieste di pagamento da parte di una società croata, per il mancato pagamento del parcheggio a Pola. Le richieste, pervenute con raccomandata da parte di un avvocato croato, precederebbero un vero è proprio decreto ingiuntivo.

Molti destinatari hanno affermato di non essersi recati in Croazia nel periodo scritto nella lettera. Sospettiamo che si tratti di un tentativo di truffa, ma in questi casi è sempre sconsigliato limitarsi a cestinare la lettera, visto che si tratta di un procedimento radicato in Croazia, quindi con regole procedurali diverse da quelle italiane. I consulenti e i legali dei nostri sportelli sono a disposizione dei nostri associati per valutare ogni singolo caso e decidere insieme le mosse migliori da fare.

 

 

Ester Anderlini
Realizzato nell’ambito del Programma generale di intervento 2013 della Regione Emilia Romagna con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico

449 Visite
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *