È fallita LowCostTravelGroup , migliaia di turisti danneggiati. Come ottenere il rimborso?

La società spagnola LowCostTravelGroup, che gestiva i siti Hoteling.com, Lowcostbeds.com e Lowcostholidays.com , è fallita ufficialmente i primi di agosto, come hanno potuto constatare i numerosi turisti che non hanno potuto godere delle vacanze già prenotate e pagate. Nei mesi precedenti il fallimento la società non ha inoltrato alle strutture alberghiere le prenotazioni effettuate tramite il sito, né ovviamente gli importi pagati dai clienti.

Sulla homepage dei siti www.hoteling.com e www.lowcostholidays.com campeggia ora un avviso, in inglese e spagnolo, dei curatori fallimentari. Cosa possono fare quindi i clienti dell’agenzia on-line che hanno pagato la loro vacanza tramite il sito?

Innanzitutto, per quanto riguarda i voli aerei, la prenotazione dovrebbe essere valida, ma è necessario comunque contattare la compagnia aerea per conferma e per avere i documenti del check-in.

Per quanto riguarda invece le sistemazioni alberghiere, i curatori affermano che non sono state pagate, pertanto occorre contattare direttamente le strutture per effettuare una nuova prenotazione.

Nel  caso in cui non riusciate ad usufruire della vacanza o del volo già pagati, o siate costretti a pagare di nuovo direttamente all’albergo, si può richiedere il rimborso, in vari modi:

  • – Innanzitutto, se il pagamento è avvenuto con carta di credito, si può utilizzare la procedura di chargeback, ovvero contestare l’addebito. Occorre inviare, alla ricezione dell’estratto conto, una contestazione scritta all’emittente della carta di credito con la quale si chiede l’annullamento della transazione e il rimborso della somma.
  • – Se il pagamento è avvenuto tramite Paypal, esiste una analoga procedura, all’interno del programma di protezione dell’acquirente.
  • – Se è stata stipulata una polizza assicurativa, occorre controllare se le clausole permettono di coprire anche il rischio di insolvenza.
  • – Infine, si può reclamare presso il Governo delle Isole Baleari: la legge spagnola sui diritti dei consumatori prevede infatti la creazione di un Fondo di tutela proprio per i casi di insolvenza dei tour operator. Il Governo delle Baleari, sul suo sito, fornisce i chiarimenti necessari. La richiesta al Governo può essere fatta solo per chi ha acquistato un pacchetto viaggio volo + hotel.


La nostra associazione è ovviamente a disposizione per la tutela dei turisti che hanno prenotato tramite Hoteling.com o Lowcostholidays.com . Gli interessati possono chiamarci per appuntamento al n.051/6087120 a partire dal 22 agosto.

 

314 Visite
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *