1) Che tipo di pratiche si possono aprire con il sistema on-line?

Per il momento, possiamo gestire on-line tutte le controversie con gestori di servizi di telefonia, fissa, mobile e internet, pay TV. Per tutte le altre tipologie di pratiche (contenziosi con banche, contratti di energia, acquisto prodotti ecc) è necessario fissare appuntamento presso le nostre sedi chiamandoci al n.051/6087120.
Non è escluso che, in futuro, il servizio di pratiche on-line non possa essere esteso a tutte le tipologie di problemi.

2) Qual è la procedura?

Usando il modulo in questa pagina avrai l’assistenza dei nostri legali e consulenti specializzati sia per la redazione corretta del reclamo sia per la fase successiva di conciliazione, compresa la rappresentanza in udienza.

3) Cos’è la procedura di conciliazione?

È un modo di risoluzione delle controversie che permette di ottenere un accordo transattivo senza dover avviare una causa civile. Nel settore della telefonia e dei servizi televisivi, il tentativo di conciliazione è obbligatorio prima di procedere per le vie giudiziali. Il tentativo di conciliazione viene svolto davanti ai tavoli di conciliazione paritetica, se presenti, oppure davanti ai CoReCom territoriali.

4) Quali risultati posso ottenere in conciliazione?

In sede di conciliazione possono essere chiesti storni e cancellazioni di fatture, rimborsi, modifiche contrattuali, indennizzi. Secondo la nostra esperienza, la procedura dà risultati soddisfacenti per la stragrande maggioranza dei casi.

5) Cosa faccio se ho il telefono staccato per morosità o sono senza linea per qualsiasi motivo?

È possibile, contestualmente o successivamente alla presentanzione della domanda di conciliazione, presentare al CoReCom una richiesta di provvedimento di urgenza e ottenere in poco tempo che la linea sia riallacciata o che comunque cessi qualsiasi scorretto funzionamento.

6) Come finisce la procedura di conciliazione?

La procedura può chiudersi con un verbale di accordo, che vincola le parti. Se non si raggiunge un accordo, verrà redatto un verbale di mancato accordo e il consumatore potrà avviare una causa civile oppure chiedere al CoReCom di definire la controversia.
Anche per questa seconda fase giudiziale, è possibile avvalersi dell’assistenza dei nostri avvocati specializzati

7) Quali sono i vostri servizi?

I servizi offerti dalla nostra associazione sono lo studio del caso, la redazione e l’invio del reclamo, la preparazione e l’invio della modulistica di conciliazione, l’elezione di domicilio per tutte le comunicazioni inerenti la procedura e la tutela con rappresentanza in sede di udienza  nelle segreterie di conciliazione paritetica o davanti al CoReCom. In caso di mancato accordo, i nostri legali sono disponibili ad assistere l’associato nella successiva fase giudiziale.

8) Quali sono i costi?

Aprire una pratica on-line ha gli stessi costi delle nostre pratiche a sportello,  che possono essere consultati in questa pagina, per l’avvio della pratica on-line e la rappresentanza in sede di conciliazione al CoReCom non è richiesto alcun anticipo, ma l’associato si impegnerà a versare all’associazione, a titolo di rimborso spese, il 15% di quanto incassato e/o stornato con il verbale di accordo. In caso di mancato accordo, nulla è dovuto a titolo di rimborso spese.
Ad esempio: se il verbale di conciliazione prevede la cancellazione (storno) di fatture non pagate per 200 euro, il rimborso di fatture pagate per 100 euro e indennizzi per 300 euro, il rimborso spese sarà il 15% di (200 + 100 + 300)= 600 euro, ovvero 90 euro.

Per le conciliazioni paritetiche è chiesto solo il tesseramento. La scelta dell’una o l’altra procedura dipende dal singolo caso.

9) Cosa devo fare per avviare una pratica on-line?

Per avviare la procedura, segua le istruzioni a questa pagina. L’avvio di una pratica on-line non richiederà alcun impegno o perdita di tempo da parte tua, dal  momento che tutte le formalità saranno fatte via email. Assicurati solo di indicare  un indirizzo email corretto e un numero di telefono, importantissimo per la  reperibilità.
Solo in caso di verbale positivo e di rimborso tramite assegno spedito  alla nostra sede, ti chiederemo di venire presso i nostri uffici a ritirare  l’originale del verbale e il tuo assegno. È comunque sempre possibile chiedere  informazioni sullo stato di avanzamento della pratica o aggiungere materiale  utile al fascicolo recandosi presso la nostra sede di Via del Porto 16 a  Bologna, scrivendoci su info@federconsumatoribologna.it o al fax 051/6087122 oppure chiamandoci al n.051/6087120.

1.453 Visite