Proroga per la rottamazione delle cartelle esattoriali al 21 Aprile

 

E’ stato presentato un emendamento, sul quale è stato annunciato l’appoggio del governo, per il rinvio dell’adesione alla definizione agevolata.

 

Il termine ultimo, secondo la normativa vigente, per l’adesione alla definizione agevolata delle cartelle esattoriali di Equitalia, è previsto per il 31 di Marzo.

E’ stato tuttavia presentato, dopo l’annuncio da parte del viceministro dell’Economia, Luigi Casero, un emendamento che prevede la proroga della scadenza fino al 21 Aprile 2017. L’emendamento è stato allegato al d.L. Terremoto e ha l’appoggio del governo.

Con la modifica normativa in discussione il tempo a disposizione degli interessati per valutare se procedere all’istanza di rottamazione  sui propri conti economici aumenta e potrebbe far slittare l’intero arco delle scadenze previste dalla normativa.Tale possibilità, inoltre, potrebbe far rimodulare l’intero calendario previsto dalla legge, la quale fissa i termini e le regole per procedere a tale richiesta da parte degli stessi.

Con la proroga di 21 giorni concessa ai contribuenti per aderire alla rottamazione, infatti, scatterebbero quindici giorni in più ad Equitalia per inoltrare le risposte ai contribuenti, inviando l’importo da versare a rate o in unica soluzione (il termine passerebbe al 15 giugno in luogo dell’attuale 31 maggio).

In ogni caso, l’emendamento non va ad incidere sulla scadenza del versamento in unica soluzione (per chi non opta per il pagamento dilazionato) né sul numero delle rate.
Fonte: Rottamazione cartelle: con la proroga cambiano tutti i termini
(www.StudioCataldi.it)

 

Iscriviti alla nostra newsletter e seguici sui social .

E.A.
“Realizzato nell’ambito del Programma generale di intervento della Regione Emilia-Romagna con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello sviluppo economico. Ripartizione 2015”.

 

546 Visite
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *