Articoli

Internet in regalo da Tim: cosa fare

Ai clienti TIM con opzione TuttoVoce è arrivata una comunicazione che annuncia la fornitura gratuita dell’ADSL sulla propria linea.

La promozione, che viene attivata per tutti, anche a chi non ha richiesto il servizio o a chi non è in grado di usarlo (si sono rivolte a noi anche persone molto anziane che non hanno mai posseduto un computer in vita loro), può essere insidiosa per vari motivi:

  • innanzitutto, dal momento che è necessario un modem ADSL, va messa in conto questa spesa;
  • in secondo luogo, in genere nei contratti delle compagnie telefoniche è presente la clausola che permette le modifiche unilaterali di contratto. questo significa che ciò che adesso è gratis potrebbe non esserlo più in futuro;
  • ma soprattutto, se e quando deciderete di cambiare operatore o di cessare del tutto la line, vi potreste trovare a pagare i costi di cessazione anche del servizio adsl, come accaduto ad una nostra associata che abbiamo difeso con successo in sede di conciliazione.

Il nostro consiglio, se non siete interessati al servizio internet/adsl, di scrivere a TIM contestando l’attivazione di un servizio non richiesto e chiedendone la cessazione senza alcun costo. Ovviamente siamo sempre a disposizione per assistenza e tutela, contattandoci al n.051/255810 oppure utilizzando il nostro servizio di pratica on-line direttamente da casa.

646 Visite

Connessione internet: occhio al bollino

L’Autorità per le Comunicazioni ha cambiato in modo radicale, con la delibera 292/2018, il modo in cui le compagnie telefoniche potranno in futuro pubblicizzare le proprie offerte internet.
È finita l’era della “fibra” che non è vera fibra ma solo una potenziata ADSL: dal prossimo anno le offerte di connessione internet dovranno identificare in modo chiaro e comprensibile la qualità e il tipo di servizio.
L’Autorità ha classificato i tipi di connessione con varie sigle:

FTTH (Fiber To The Home): la vera e propria fibra, ovvero una rete di accesso in fibra ottica fino all’abitazione dell’utente;

FTTB (Fiber To The Building): una rete in fibra ottica che si estende fino la base dell’edificio dell’utente finale, mentre all’interno dell’edificio sono utilizzati portanti trasmissivi in rame.

FTTN (Fiber To The Node) o FTTC (Fiber To The Cabinet) : una rete che usa la fibra ottica fino ad un nodo
intermedio (cabina) e cavi in rame per arrivare all’utente finale. È la maggior parte della “fibra” che viene venduta oggi, che per il cosiddetto “ultimo miglio” è sostituita dal rame con evidenti perdite di velocità.

FTTE (Fiber To The Exchange): una rete che impiega esclusivamente cavi in rame fino all’abitazione dell’utente finale (ad esempio l’ADSL). La velocità massima di questo tipo di rete dipende dalle caratteristiche del doppino (lunghezza, rumorosità e qualità del cavo)

FWA (Fixed Wireless Access): sono le reti in cui la fibra ottica e/o altro mezzo raggiunge una stazione radio base a cui sono collegati i terminali degli utenti in modalità wireless.

Nelle pubblicità e nelle fasi pre-contrattuali e contrattuali i gestori devono specificare a quale tipo di connessione appartiene l’offerta e possono usare il termine “fibra”, da solo, unicamente se il servizio è del tipo FTTH/FTTB, ovvero se i cavi di fibra ottica arrivano fino al piano terra del palazzo o fino all’appartamento.
Per i servizi di altro tipo, devono specificare che la fibra è “mista rame” o “mista radio”. Per le offerte ADSL non si può usare affatto il termine “fibra”.

Per agevolare il consumatore sono previsti dei bollini di diverso colore:


È previsto un periodo sperimentale fino al 31 dicembre 2018 , al termine del quale salvo modifiche, l’obbligo varrà per tutte le offerte al pubblico.

826 Visite

MALFUNZIONAMENTO E INTERRUZIONI LINEE TELEFONICHE E ADSL

Nell’ultimo periodo nel quartiere Pilastro a Bologna vi sono stati disagi sulle linee telefoniche fisse e nei collegamenti per l’utilizzo di internet che hanno interessato in modo diverso le varie abitazioni.

È importante sapere che è possibile a seguito di interruzione sulla linea attivare una procedura di urgenza al fine di riottenere in tempi brevi il ripristino del servizio.

Allo stesso tempo, in base alla carta servizi dell’operatore telefonico e alla normativa di settore AGCOM, in caso sia di sospensione del servizio, del suo malfunzionamento che in caso di ritardo nella risoluzione di un guasto, l’utente ha diritto a vedersi riconoscere gli indennizzi spettanti. In particolare, gli indennizzi solitamente, con qualche distinguo a secondo dell’operatore, maturano già dopo 48 ore dall’interruzione/malfunzionamento.

Federconsumatori Bologna offre la propria assistenza e consulenza per consentire agli utenti, privati o commerciali, di avviare le procedure per L’ATTIVAZIONE DELLA LINEA e per ottenere gli INDENNIZZI / RISARCIMENTI loro spettanti per il disagio subito a causa dell’illegittima interruzione della linea telefonica e comunque del malfunzionamento della stessa.

Federconsumatori Bologna con i suoi Legali di riferimento specializzati nel settore telefonia è riuscita nel tempo ad ottenere importanti risultati per gli utenti consumatori, evitando i tempi ed i costi di una causa ordinaria ed utilizzando veloci procedure di conciliazioni. A tale riguardo, solo nel 2015, l’Associazione ha preso in carico 500 utenti consentendo agli stessi di recuperate e/o risparmiare somme per complessivi Euro 218.178,53.

PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONE APPUNTAMENTO TELEFONARE ALLO 0516087120

394 Visite

Galliera ancora senza telefono: assemblea pubblica

Ancora una volta il comune di Galliera si trova vittima di  malfunzionamento e sospensione delle linee telefoniche. Già nel 2014 l’intero paese era stato lasciato senza alcun servizio da Telecom per oltre un mese. In quella occasione i nostri legali avevano ottenuto, dopo lunga trattativa, che Telecom pagasse gli indennizzi ai cittadini e alle imprese coinvolte. Oggi ci viene segnalato che il servizio è di nuovo sospeso e che alcuni esercizi commerciali hanno dovuto chiudere gli uffici per mancanza della connessione internet.

L’Amministrazione comunale si è attivata da subito per sollecitare la Telecom a ripristinare il servizio, ma non si conosce ancora la tempistica.

A fronte di una situazione molto differenziata sul territorio diventa indispensabile fare il punto con i cittadini per accertare le varie posizioni e per informare delle iniziative predisposte dall’Amministrazione al fine di eliminare definitivamente i disservizi telefonici che periodicamente interessano il territorio di Galliera e i suoi cittadini .

All’assemblea sarà presente anche la Federconsumatori per verificare i possibili interventi in via di urgenza e per informare sugli indennizzi e risarcimenti spettanti agli utenti in base a quanto previsto dalla carta dei servizi telefonici.

Gli interessati sono invitati il giorno Venerdì 26 febbraio, alle ore 18 – presso la Sala del Consiglio Comunale, Piazza degli Eroi, 1 –  Galliera.

VOLANTINO GALLIERA DISSERVIZI TELEFONO

370 Visite