Articoli

Cosa abbiamo fatto nel 2017?

Come è nostra abitudine, pubblichiamo il resoconto dell’attività della nostra associazione provinciale per l’anno appena trascorso. I settori più impegnativi dal punto di vista numerico si confermano essere la telefonia (con quasi il 50%  di pratiche sul totale) e l’energia (22%) seguiti a ruota dal settore bancario (11%). La buona notizia è che le percentuali di soddisfazione degli associati che si sono rivolti a noi sono piuttosto alte, dal momento che le pratiche concluse positivamente sono state circa l’85% , questo anche grazie agli strumenti a nostra disposizione nei settori critici: l’ Arbitro Bancario- finanziario e le conciliazioni per la telefonia e l’energia.

Questo ci fa riflettere sull’importanza dei modi extra-giudiziali per risolvere le controversie, che andrebbero valorizzati e potenziati: di fronte alla difficoltà oggettive (di costi, tempi ecc.) che si riscontrano con la giustizia ordinaria, una risoluzione snella e veloce come quella che si ottiene con una conciliazione permette di affrontare anche quei contenziosi di poco valore che possono però fare la differenza nel bilancio familiare.

Oltre alla pratiche di tutela in senso stretto, nel 2017 abbiamo anche svolto campagne di informazione sui diritti dei consumatori. Decine di alunni delle scuole primarie e secondarie della provincia hanno partecipato alle nostre lezioni sull’uso consapevole dei social network e sulla difesa della privacy; insieme a Federconsumatori Emilia Romagna e alla Camera di Commercio di Bologna abbiamo organizzato un convegno sulla sicurezza dei giocattoli e dei capi di abbigliamento; presso la Camera del Lavoro si è invece tenuto un incontro pubblico sull’e-commerce, settore in costante crescita. Da queste due iniziative sono scaturite due pubblicazioni, che trovate qui e qui , e numerosi incontri con i cittadini. I nostri interventi in radio e TV sono invece tutti disponibili in questa pagina 

Per tutto questo, vogliamo ringraziare tutti i 2797 associati che ci hanno dato la loro fiducia: è per merito loro se possiamo continuare a tutelare i diritti dei cittadini.

opuscolo attività 2017 federconsumatori

 

368 Visite

Nuovo servizio di conciliazioni CoReCom on-line

Le conciliazioni davanti al Co.Re.Com nei settori della telefonia e pay-tv rappresentano una larga parte della nostra attività e ci permettono di risolvere la stragrande maggioranza dei contenziosi con tempi e costi ridotti per i nostri associati.

Per venire incontro alle esigenze dei cittadini, che sempre più spesso non riescono a presentarsi ai nostri sportelli per impegni lavorativi o familiari, abbiamo attivato un nuovo servizio di pratiche da aprire comodamente da casa. Un nostro avvocato specializzato prenderà in carico la posizione esattamente come se fosse allo sportello, ma con pochissimo impegno di tempo da parte dell’utente! La procedura è semplicissima: scopri come fare cliccando qui

CORECOM EMILIA ROMAGNA CONCILIAZIONI

 

 

E.A.

538 Visite

Conciliazioni CoReCom per problemi di telefonia e pay-tv

Federconsumatori Bologna ha seguito, solo negli ultimi tre anni, oltre 1000 controversie  tra utenti di telefonia e pay tv e i rispettivi gestori, giungendo ad una positiva e soddisfacente soluzione nella stragrande maggioranza dei casi.
Il nostro sportello tematico, attivo tutti i venerdì mattina, è fra i più frequentati; vi operano tre avvocati specializzati in materia di comunicazioni elettroniche che forniscono consigli e assistenza agli associati.

In particolare, si è dimostrata molto efficace la tutela da noi offerta nelle procedure di conciliazione davanti al CoReCom Emilia-Romagna (Comitato Regionale per le Comunicazioni): i nostri associati possono essere assistiti per la presentazione del reclamo e la compilazione della domanda di conciliazione; inoltre possono avvalersi della rappresentanza di un nostro legale specializzato durante l’udienza di conciliazione.

La procedura è semplice:

1) l’utente che ritiene di avere subìto un torto invia al proprio gestore un reclamo scritto;
2) il gestore è tenuto a rispondere per iscritto entro il termine previsto nella Carta dei Servizi, normalmente 30 o 40 giorni;
3) in caso di mancata risposta, o in caso di risposta negativa, l’utente può avviare la procedura di conciliazione inviando al CoReCom. regionale l’apposito formulario UG e, nel caso in cui voglia chiedere un provvedimento d’urgenza, ad esempio se il gestore ha nel frattempo sospeso il servizio, il formulario GU5;
4) il CoReCom. fissa l’udienza di conciliazione; la parte che ha presentato la domanda è obbligata a presentarsi pena l’annullamento della procedura, che non potrà essere più avviata per la stessa controversia.

In sede di conciliazione CoReCom si possono ottenere sia storni e rimborsi di fatture, sia indennizzi per il mancato rispetto di quanto stabilito dalle Carte dei Servizi.

Al termine dell’udienza, a cui è invitato anche l’operatore e che è presidiata da un funzionario del CoReCom., se si raggiunge un accordo viene redatto un verbale che ha efficacia di accordo transattivo ed è immediatamente esecutivo. Nel caso in cui non si raggiunga un accordo, l’utente è libero di rivolgersi al Giudice di Pace o all’AGCOM per la definizione della controversia.
Per consultare alcune delle pronuncie positive ottenute dai nostri legali si possono leggere questi articoli.

Chi desidera la nostra assistenza per la proceudra, può accedere al nuovo servizio di pratiche on-line, comodamente da casa, oppure può chiamare al n.051/6087120 o contattarci su info@federconsumatoribologna.it

 

 

E.A.

 

326 Visite

La nostra attività nel 2013

Come ogni anno  pubblichiamo un bilancio dell’attività svolta dalla nostra associazione nell’anno appena trascorso.

I settori più problematici per i consumatori si confermano essere quelli della telefonia e dell’energia, che insieme ci hanno impegnato per oltre la metà dei casi trattati. La giungla dei servizi è sempre più intricata per gli italiani, che per lo meno possono trovare consolazione nella possibilità di utilizzare procedure di conciliazione pressoché gratuite e ragionevolmente efficaci.

Settori importanti sono anche il bancario/assicurativo e i contenziosi con la pubblica amministrazione, in particolare relativi a cartelle esattoriali. Proprio per venire incontro alle esigenze di tutela di fronte al fisco, abbiamo recentemente avviato uno sportello tematico che si affianca a quelli già aperti nei settori telefonia, energia, banche  e sanità.

Di seguito è possibile scaricare l’opuscolo dettagliato sulla nostra attività, insieme ad un consuntivo 2010 – 2013, che si possono anche ritirare presso la nostra sede di Via del Porto 16 a Bologna.

opuscolo attività 2013 web

attivita 2010-2013 federconsumatori BO

 

 

E.A.

313 Visite