Al via il Fondo di garanzia per la prima casa

Sono per ora 64 le banche aderenti al Fondo di garanzia per l’acquisto e ristrutturazione prima casa, istituito dal Dipartimento del Tesoro in base alla legge di Stabilità 2014.

Il Fondo, di circa 650 milioni di euro, servirà per offrire garanzie su mutui ipotecari per l’acquisto della prima casa, facilitando l’accesso al credito delle famiglie.

Il richiedente non deve essere proprietario di altri immobili ad uso abitativo( salvo quelli acquistati per successione  e in uso a titolo gratuito a genitori o fratelli).

L’immobile che si acquista deve essere in Italia e non deve rientrare nelle categorie catastali A1 (abitazioni di tipo signorile), A8 (ville) e A9 (castelli, palazzi di eminenti pregi artistici o storici) e non deve avere le caratteristiche di lusso.
Il mutuo ipotecario deve essere di importo non superiore a 250 mila euro, concesso dalla banca o intermediario finanziario che ha aderito all’iniziativa.
È previsto un tasso di interesse calmierato per il mutuo per le seguenti categorie:
– giovani coppie (dove almeno uno dei due componenti non abbia superato i 35 anni);
– nuclei familiari monogenitoriali con figli minori;
– giovani di età inferiore ai 35 anni titolari di un rapporto di lavoro atipico;
– assegnatari di alloggi di proprietà degli IACP.

La domanda di accesso al Fondo va presentata direttamente alla Banca o Finanziaria a cui si richiede il mutuo.

Ulteriori informazioni:
Sito ABI
Sito Ministero
Sito Consap

 

Ester Anderlini

Realizzato nell’ambito del Programma generale di intervento 2013 della Regione Emilia Romagna con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico

622 Visite
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *