EMERGENZA COVID E CARTELLE ESATTORIALI – DAL 1 SETTEMBRE RICOMINCIA L’ATTIVITÀ DI RISCOSSIONE

Come noto il Decreto Rilancio (D.L n. 34/2020) ha disposto che i pagamenti sospesi dal giorno 8 marzo 2020 a causa dell’emergenza sanitaria covid – 19, relativi a cartelle esattoriali, avvisi di addebito ed avvisi di accertamento dovranno essere effettuati entro il 30/09/2020.

L’attività di notifica delle nuove cartelle esattoriali e degli altri atti di riscossione, compresi i pignoramenti, riprenderà invece dal 1 settembre 2020. Pertanto da quella data l’Agenzia delle Entrate inizierà a spedire tutte le cartelle esattoriali, gli avvisi di addebito e gli avvisi di accertamento che avrebbe dovuto spedire in questo periodo: appare evidente che si tratterà di un numero importante di atti di riscossione e che molti contribuenti potrebbero vedersi notificate più cartelle esattoriali nel medesimo periodo, con conseguente difficoltà a fare fronte al pagamento o eventualmente a valutare la possibilità di esperire impugnazioni.

Per evitare di arrivare impreparati alla data del 1 settembre potrebbe essere opportuno verificare sin da ora la propria posizione personale, anche attraverso il canale telematico dell’agenzia delle Entrate.

Al riguardo si tenga presente che tra gli altri atti sono rimaste in sospeso:

  • tutte le cartelle di pagamento emesse dall’Agenzia delle entrate e dagli altri Agenti della riscossione;
  • tutti gli avvisi di accertamento esecutivi emessi dall’Agenzia delle entrate;
  • tutti gli avvisi di addebito emessi dagli enti previdenziali;
  • tutti gli atti di accertamento esecutivo emessi dall’Agenzia delle dogane e dei monopoli;
  • tutte le ingiunzioni (di cui al R.D. n. 639/1910) emesse dagli enti territoriali;
  • tutti i nuovi atti esecutivi emessi dagli locali per entrate tributarie e patrimoniali.

In ogni caso I contribuenti che hanno aderito alla Rottamazione Ter e al Saldo e stralcio con rate in scadenza nel 2020 potranno versarle integralmente entro il 10 dicembre di questo stesso anno. Il termine, in questo caso, è vincolante: nel caso non si effettui il versamento entro questa data, il contribuente perderà tutti i benefici connessi a queste definizioni agevolate.

La nostra associazione ha uno sportello dedicato presieduto dai nostri avvocati pronti a dare agli utenti un supporto costante sulle recenti novità fiscali ed un corretta informazione anche in merito a temi delicati del sovraindebitamento e/o rimodulazione dei debiti, morosità e pignoramenti.

L’accesso allo sportello, presso la nostra sede di Via Gramsci n. 3 a Bologna, avviene previo appuntamento da fissare al Centralino Tel 051/255810. Orario: dal lunedì al venerdì 9-12 e 14-17- email: info@federconsumatoribologna.it

804 Visite
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *