Incentivi auto “fuori tempo massimo”: i cittadini da noi assistiti ottengono l’annullamento del verbale

È giunta al termine, positivamente, la vicenda giudiziaria relativa ad alcuni cittadini che si erano rivolti alla Federconsumatori di Bologna in quanto destinatari, nell’anno 2014, di verbali di contestazione elevati dalla Guardia di Finanza di Bologna per asserita violazione dell’art. 316 – ter co. 2 c.p.; norma che prevede l’irrogazione di sanzioni pecuniarie variabili tra la somma di € 5.164,00 e quella di € 25.822,00. 

La vicenda è quella che ha coinvolto alcune concessionarie di auto che svolgevano attività commerciale di vendita nell’ambito di una società all’epoca operante anche nel territorio bolognese. 
Ai cittadini veniva contestato di aver perfezionato l’acquisto di alcune autovetture ecologiche oltre i termini previsti dalla legge per accedere agli incentivi pubblici e di aver in tal modo, secondo l’ipotesi accusatoria, indebitamente fruito di un contributo pubblico.
I cittadini che avevano conferito mandato, rappresentati dall’avv. Aurora De Dominicis e dall’avv. Francesca Romeo, presentavano quindi le memorie presso l’Autorità amministrativa competente e venivano poi convocati per l’audizione presso la Prefettura di Bologna, che tuttavia, nell’ottobre 2018, emetteva Ordinanze ingiunzioni con le quali veniva ulteriormente contestata la violazione della predetta normativa.
I cittadini interessati a proseguire la vertenza, sempre con il patrocinio dei predetti legali, convinti dell’infondatezza degli addebiti mossi nei loro confronti, decidevano di far valere le proprie ragioni innanzi all’Autorità giudiziaria competente impugnando le predette ordinanze ingiunzioni.
I procedimenti giudiziari si concludevano con l’accoglimento dei ricorsi depositati in quanto veniva riconosciuta, tra altre cose, la buona fede dei cittadini coinvolti e la mancanza di prova della loro responsabilità, con conseguente annullamento dei provvedimenti impugnati e delle relative sanzioni

173 Visite
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *