Sisma in Emilia-Romagna: le agevolazioni ai consumatori

Il Decreto Legge 6 giugno 2012,  n. 74 , “Interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite  dagli  eventi sismici  che  hanno  interessato  il  territorio  delle  province  di Bologna, Modena, Ferrara, Mantova, Reggio Emilia e Rovigo, il 20 e il 29 maggio 2012“, contiene tra le altre alcune disposizioni che riguardano i consumatori – utenti coltpiti dal terremoto, considerando in particolare mutui, finanziamenti e bollette. In particolare, il decreto stabilisce che:

1) sono sospesi fino al 30 settembre 2012 i pagamenti delle rate  dei  mutui  e  dei  finanziamenti  di qualsiasi genere, comprensivi  dei  relativi   interessi, erogati da banche e finanziarie;

2) per quanto riguarda le bollette di energia elettrica, acqua e gas, anche a mercato libero, l’Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas ha disposto la sospensione delle fatture delle utenze ubicate nei Comuni colpiti, a partire dal 20 maggio 2012 e per un periodo fino a sei mesi. Con apposito decreto, che sarà emesso successivamente, l’Autorità fisserà la scadenza della sospensione, le modalità di rimborso delle somme sospese  e le eventuali agevolazioni, anche tariffarie;

3) sono sospesi fino al 30 settembre 2012 i versamenti dei contributi dei Consorzi di Bonifica;

Non è ancora chiaro se la sospensione dei pagamenti avverà automaticamente o se sarà necessario farne richiesta. Alcuni istituti di credito hanno già predisposto la sospensione automatica; nel dubbio, consigliamo di recarsi presso la propria banca o finanziaria o di contattare la società elettrica o di gas che serve l’utenza interessata. I nostri sportelli sono a disposizione per chiarimenti e assistenza.

I Comuni interessati dal provvedimento sono i seguenti:

elenco comuni interessati

Queste agevolazioni si aggiungono a quanto previsto dal precedente decreto, del 1 giugno 2012, che aveva fissato la sospensione del pagamento dei tributi, comprese le cartelle esattoriali. Al riguardo, si può consultare il testo del decreto: decreto 1 giugno 2012

L’esenzione riguarda anche il pagamento del ticket sanitario: al riguardo, la Regione Emilia-Romagna ha stabilito, con circolare 9/2012, la sospensione del ticket per visite, esami specialisti e farmaci. La sospensione vale dal 11 giugno 2012 fino al 30 settembre 2012 e riguarda  le persone residenti nei comuni colpiti dal terremoto, i lavoratori (e i loro familiari a carico) residenti in comuni dell’Emilia-Romagna diversi da quelli colpiti dal sisma e che operano nelle imprese colpite dal sisma e che sono inseriti negli elenchi delle domande di sostegno al reddito e i residenti nei comuni di Bologna, Ferrara, Modena, Reggio Emilia che abbiano fatto richiesta agli uffici comunali di “dichiarazione di inagibilità” della propria casa, dello studio professionale o dell’azienda. L’elenco dei Comuni interessati è, per l’esenzione del ticket, quello, più lungo, previsto dal decreto del 1 giugno 2012.

Per le persone fisiche residenti nei Comuni interessati, l’esenzione si ottiene semplicemente  presentando un documento di identità che certifichi la residenza; i lavoratori che hanno perso il lavoro poichè impegnati in imprese che hanno subito danni dal terremoto, il diritto all’esenzione viene riconosciuto attraverso la presentazione del documento di identità e della copia della domanda di sostegno al reddito; per i famigliari a carico, va presentata anche copia dello stato di famiglia o dichiarazione dello stato di famiglia. I  residenti nei Comuni di Bologna, Ferrara, Modena, Reggio Emilia che abbiano fatto richiesta ai propri uffici comunali di “dichiarazione di inagibilità” della propria abitazione devono presentare copia di tale richiesta.

Documenti:
decreto legge 6 giugno 2012 n.74
delibera AEEG 235-12
circolare_9_2012 esenzione ticket

Foto Getty Images

622 Visite
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *