Articoli

La musica si riorganizza e prova a ripartire

Dopo mesi di annullamenti e tour cancellati, recentemente è stato annunciato che i concerti potranno riprendere finalmente dal vivo. Mascherine, gel disinfettante e distanziamento saranno ancora obbligatori e, nel caso dei concerti, sarà prevista una capienza limitata.

Si può procedere in due modi diversi, a seconda che il concerto sia stato posticipato o cancellato. Se il concerto è stato cancellato definitivamente, senza alcuna possibilità di riprogrammazione futura, il costo del biglietto deve essere restituito da parte dell’ente organizzatore. Invece, se l’evento è stato semplicemente annullato e quindi rinviato a data da destinarsi, non è possibile richiedere la restituzione della somma pagata. È necessario richiedere all’ente organizzatore l’erogazione di un voucher, ovvero un buono dello stesso valore della cifra pagata per l’evento rinviato con il quale procedere all’acquisto di un nuovo biglietto. Il voucher ha una durata di 36 mesi dalla data di emissione. Dunque, per poter ricevere il rimborso della somma versata, bisognerà aspettare la scadenza del voucher in questione, ovvero 3 anni.

Per uleriori informazioni o per segnalare eventuali scorrettezze, puoi rivolgerti a Federconsumatori in via A. Gramsci 3, Bologna oppure puoi contattarci al numero 051/255810 o scriverci a  info@federconsumatoribologna.it.

Foto di Pexels da Pixabay

Realizzato con fondi Ministero sviluppo economico. Riparto 2020

292 Visite

Teatro delle Celebrazioni: la nostra tutela *aggiornato*

 Aggiornamento del 23/09/2014

È prevista un’ulteriore assemblea con i nostri legali per chi intenda aderire al procedimento di mediazione proposto. L’assemblea è fissata per il giorno

1 ottobre 2014, alle ore 17
Via del Porto, 16 a Bologna

__________________________________

Si è svolta martedì 16 settembre l’assemblea organizzata da Federconsumatori per i possessori dei biglietti per gli spettacoli del Teatro delle Celebrazioni.

In quella sede, di fronte ad una platea affollata, il presidente Maurizio Gentilini, nonché gli avvocati Paolo Garagnani, Concetta D’Amore e Simona Ferri, hanno presentato la proposta di tutela elaborata dall’associazione.

Considerata l’entità del danno patrimoniale mediamente subito da ciascun acquirente, sì è valutato che in prima battuta sia consigliabile dar luogo ad una procedura di mediazione, coinvolgendo in essa i soggetti che, a vario titolo, hanno avuto un’attinenza con la vicenda.

In tal modo si intende praticare innanzitutto la strada di minor impegno economico per i consumatori, garantendo al contempo loro la possibilità di riservarsi ogni altra eventuale iniziativa, di natura civile e penale, se reputata opportuna, per un momento immediatamente successivo.

Sono già pervenute a decine le adesioni al programma; numerose ulteriori sono in via di formalizzazione. Al riguardo, va ricordato che su questo sito, a questo link, sono disponibili i moduli per l’adesione.

Per garantire informazioni e tutela anche a chi non avesse potuto partecipare all’assemblea, Federconsumatori ha riservato una rinnovata occasione di incontro, lunedì 22/09 alle ore 17.30 presso la propria sede in via del Porto 16. Alla presenza dell’avv. Paolo Garagnani sarà ancora possibile conferire l’incarico per procedere nella mediazione e consegnare i documenti necessari.     

 

MODULI E INFORMAZIONI ADESIONE 

 

 

661 Visite