Articoli

Carife: inizia il processo penale.

Mercoledì 20 settembre 2017 alle 9,30 presso il Centro sociale “Il Quadrifoglio”, via Savonuzzi 54 Ferrara è fissata l’udienza preliminare nel processo contro i vertici della Cassa di risparmio di Ferrara per i gravi reati commessi nella gestione dell’istituto finanziario estense.
Federconsumatori Bologna, con i suoi Legali che hanno assistito i risparmiatori coinvolti nei crac finanziari degli ultimi anni, si è attivata da tempo per tutelare gli interessati.
Sono tanti gli azionisti anche a Bologna che hanno visto azzerati i propri risparmi in seguito alle informazioni false ricevute e alle condotte fraudolente degli imputati .
I risparmiatori possono costituirsi parte civile nel processo chiedendo il risarcimento del danno a chi l’ha causato, persone fisiche e banche.
La Federconsumatori di Bologna è a disposizione per informare al meglio sulle condizioni e sulle possibilità della costituzione di parte civile, telefonando allo 0516087120.

 

 

E.A.

“Realizzato nell’ ambito del Programma generale di intervento della Regione Emilia-Romagna con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello sviluppo economico. Ripartizione 2015″.

 

 

 

“Realizzato nell’ ambito del Programma generale di intervento della Regione Emilia-Romagna con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello sviluppo economico. Ripartizione 2015″.

1.270 Visite

Processo SEAT Pagine Gialle. Possibile la costituzione di parte civile per gli azionisti

La  Federconsumatori si è costituita parte civile nel processo penale contro gli ex amministratori di SEAT Pagine Gialle SpA, accusati di bancarotta fraudolenta.

In vista della prima udienza del processo contro gli ex vertici, che si terrà il 19 gennaio 2017, Federconsumatori si prepara ad assistere tutti coloro che vogliano costituirsi parte civile.

 

*** AGGIORNAMENTO DEL 13/01/2017: 

In merito al processo penale in corso contro Seat Pagine Gialle, siamo a comunicarVi l’impossibilità di procedere tramite la Federconsumatori alla costituzione di parte civile dei risparmiatori danneggiati.

Difatti, dato l’esiguo numero di richieste pervenute ad oggi alla nostra Associazione dalle diverse Regioni, i legali incaricati da noi delegati ci hanno appena comunicato che non è possibile esperire a costi contenuti un’azione legale collettiva.

È sempre possibile ovviamente la costituzione di parte civile in autonomia del singolo risparmiatore

 

 

 

Entro la data della prima udienza i detentori di azioni Seat Pagine Gialle SpA ed anche coloro i quali le abbiano detenute in passato, possono costituirsi parte civile, al fine di chiedere alle persone indagate il risarcimento dei danni subiti dai risparmiatori.

Gli interessati che desiderano la nostra assistenza possono contattare le nostre sedi entro e non oltre il 12 gennaio 2017. I risparmiatori, ai fini della costituzione di parte civile, sono tenuti a presentare la seguente documentazione (in fotocopia):

– ordine di acquisto delle azioni Seat Pagine Gialle, e/o ordine di vendita;
– estratti conto completi del dossier/conto titoli, con riferimento alle azioni Seat Pagine Gialle (in caso di difficoltà nel reperimento di tali estratti conto, per il momento saranno sufficienti anche solo gli ordini di acquisto e/o di vendita).

688 Visite

Costituzione di Parte Civile nel processo Monte dei Paschi di Siena

In vista della prima udienza del processo contro gli ex vertici della banca Monte dei Paschi di Siena, che si terrà il 15 dicembre, Federconsumatori si prepara ad assistere tutti coloro che vogliano costituirsi parte civile.

I reati contestati agli indagati sono diversi, tra i quali quelli di ostacolo all’attività di vigilanza di CONSOB, falso in bilancio e aggiotaggio.

Entro la data della prima udienza i detentori di azioni Monte dei Paschi Spa, ed anche coloro che le abbiano detenute in passato (purché acquistate prima del 30/4/2014, data in cui è avvenuta la pubblicazione della notizia di reato) , possono costituirsi parte civile, al fine di chiedere il risarcimento dei danni subiti: le operazioni contestate, cui è conseguita una falsa rappresentazione del reale ”stato di salute” della banca, da un lato hanno indotto molti risparmiatori ad acquistare le azioni, ad un prezzo non corrispondente al reale valore, dall’altro, hanno precluso agli stessi di disfarsene in tempo utile, prima che il valore delle azioni crollasse.

Coloro che fossero interessati a ricevere l’assistenza di Federconsumatori per costituirsi parte civile al processo potranno contattare la nostra sede al n.051/6087120 oppure per email info@federconsumatoribologna.it

Dopo aver preso appuntamento con la sede territoriale più vicina gli interessati dovranno venire muniti della seguente documentazione (in fotocopia):

– carta di identità e codice fiscale degli intestatari dell’investimento;
– ordine di acquisto delle azioni MPS, e/o ordine di vendita;
– estratti conto completi del dossier/conto titoli, con riferimento alle azioni MPS (in caso di difficoltà nel reperimento di tali estratti conto, per il momento saranno sufficienti anche solo gli ordini di acquisto e/o di vendita).

Visti i tempi ridotti, si consiglia di contattare il prima possibile il nostro centralino per tutte le informazioni e per l’appuntamento.

712 Visite

Fondiaria-SAI: Federconsumatori si è costituita parte civile

Il 4 dicembre si è tenuta avanti il Tribunale di Torino, Sezione IV Penale, la prima udienza del processo che si sta celebrando, con il rito immediato, nei confronti della famiglia Ligresti ed altri componenti il vecchio Consiglio di Amministrazione di Fondiaria-Sai e Milano Assicurazioni.

La Federconsumatori Nazionale e quella del Piemonte hanno presentato le istanze di costituzione di parte civile per il danno gravissimo che è stato causato ad un elevato numero di risparmiatori.

I reati contestati agli imputati, come ricostruito dalla Procura della Repubblica di Torino, vanno dalla induzione in errore per false comunicazioni alla diffusione del bilancio che occultava le ingenti perdite di gestione della Fondiaria-Sai e della Milano Assicurazioni.

Federconsumatori, impegnata da anni per la tutela del risparmio, si batterà per affermare il principio della trasparenza e correttezza del sistema finanziario ed invita tutti i risparmiatori colpiti dalla vicenda Fondiaria-Sai a rivolgersi alle nostre sedi  per una valutazione della propria posizione e delle eventuali azioni, anche giudiziarie, a loro tutela.

I nostri legali, infatti, stanno preparando le deleghe per la costituzione di parte civile anche degli azionisti nei vari procedimenti e per le iniziative legali che seguiranno.

Gli interessati che risiedono nella provincia di Bologna possono chiamarci per dichiarare il loro interesse e lasciare i propri recapiti: saranno contattati per aggiornamenti sugli sviluppi della vicenda. Il nostro centralino risponde al n.051/6087120.

 

 

 

E.A.

818 Visite

UNILAND: gli interessati possono contattare Federconsumatori

Il prossimo 22 ottobre si terrà  udienza del processo penale per bancarotta a carico della società immobiliare Uniland, che nel frattempo, ad agosto, ha dichiarato fallimento.
I risparmiatori ed azionisti che sono stati danneggiati dal fallimento e intendono costituirsi parte civile  possono rivolgersi alla nostra sede di Imola che sta trattando la questione e potrà fornire tutte le informazioni del caso.

I recapiti da contattare sono i seguenti:

Federconsunatori Imola
c/o Camera del Lavoro – via Emilia 46, Imola
aperta Lunedì 15-18 e  Giovedì 15-18
Telefono 0542-605633
Fax 0542-605654
email    im_federconsumatori@er.cgil.it

E.A.

Realizzato nell’ambito del programma generale di intervento 2010 della Regione Emilia Romagna con l’utilizzo dei fondi del Ministero per lo sviluppo economico

810 Visite

FonSai: Federconsumatori si costituirà parte civile. Al via le azioni di tutela

Gli arresti effettuati ieri rappresentano un importante passo avanti nel chiarimento delle vicende che hanno preceduto la fusione Unipol-FonSai.

Un’operazione caratterizzata da una marcata opacità e da una grave carenza di tutela nei confronti dei risparmiatori e dei piccoli azionisti, sulla quale hanno pesato anche l’insufficiente vigilanza delle Autorità preposte Isvap e Consob.

I reati contestati dalla Procura di Torino sono falso in bilancio e manipolazione di mercato. Concretamente, per almeno 12 mila risparmiatori, le operazioni nel mirino della Procura avrebbero determinato una grave perdita del titolo e, in molti casi, la vera e propria distruzione dell’investimento, con danni che ammonterebbero a 300 milioni di Euro.

In seguito agli arresti la vicenda volge verso una svolta decisiva: non appena i responsabili saranno rinviati a giudizio potremo costituirci finalmente parte civile, per tutelare interessi individuali e collettivi.

Il tal senso invitiamo tutti i risparmiatori ed i piccoli azionisti coinvolti nella vicenda a contattare la nostra Associazione per manifestare la propria volontà di adesione alla costituzione di parte civile. Se siete riesidenti a Bologna e provincia, inviate una mail su info@federconsumatoribologna.it  oppure chiamateci al n.051/6087120

E.A.

Realizzato nell’ambito del programma generale di intervento 2010 della Regione Emilia Romagna con l’utilizzo dei fondi del Ministero per lo sviluppo economico

582 Visite