Articoli

INPS: possibile delegare l’identità digitale nei rapporti con l’Istituto

Il Decreto Legge “Semplificazioni” (d.l. 31 maggio 2021, n. 77), che ha interessato il dibattito pubblico principalmente per le misure relative all’attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) ed alla realizzazione di grandi opere, includeva alcune disposizioni dedicate al superamento del divario digitale. Il decreto, infatti, all’articolo 38, ha introdotto nel Codice dell’Amministrazione Digitale (CAD, d.lgs. 82/2005) il Sistema di Gestione delle Deleghe (SGD), per permettere a chi ha difficoltà nell’utilizzo degli strumenti informatici di delegare ad altro soggetto titolare di SPID l’accesso ai servizi digitali della Pubblica Amministrazione. Il Sistema, come gli altri progetti inclusi nel PNRR, è progressivamente concretizzato investendo le risorse che l’Unione europea ha reso disponibili a seguito dell’approvazione definitiva del Piano stesso.

Nei rapporti con l’Istituto Nazione di Previdenza Sociale (INPS), è già possibile delegare la propria identità digitale. La nuova funzionalità della delega dell’identità digitale è stata introdotta dalla circolare INPS 12 agosto 2021, n. 127: i cittadini impossibilitati ad utilizzare in autonomia i servizi online INPS possono delegare una persona di fiducia all’esercizio dei propri diritti nei confronti dell’Istituto, mentre i tutori, i curatori, gli amministratori di sostegno e chi eserciti la potestà genitoriale possono esercitare i diritti dei rispettivi soggetti rappresentati e dei minori.

La delega registrata online è immediatamente attiva ed ha una durata minima di 30 giorni. Per la durata di 30 giorni non può essere revocata online, ma solo recandosi ad uno sportello INPS. Si prevede un numero massimo di tre deleghe in capo allo stesso delegato, ad eccezione di chi sia tutore, curatore o amministratore di sostegno.

Se dal mese di agosto 2021 la richiesta può essere effettuata direttamente dal delegante presso una qualsiasi sede territoriale dell’INPS – esibendo il modulo di richiesta di registrazione delega dell’identità digitale e la copia del documento di riconoscimento del delegante -, dal 1 ottobre da poco trascorso è possibile registrare o revocare direttamente online la delega a una persona di fiducia accedendo all’area riservata MyINPS, sezione “Deleghe identità digitali” (messaggio INPS 1 ottobre 2021, n. 3305).

Attenzione, tuttavia, alle modalità di accesso all’area riservata MyINPS. Come per gli altri servizi online offerti da INPS, dal 1 ottobre 2021 non è più possibile accedere con le precedenti credenziali (nome utente e PIN), ma è necessario utilizzare uno tra i seguenti sistemi di autenticazione: Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID); Carta d’Identità Elettronica (CIE); Carta Nazionale dei Servizi (CNS). Dal 1° ottobre 2021 l’INPS rilascia il PIN come credenziale di accesso ai servizi dell’Istituto solo a cittadini residenti all’estero non in possesso di un documento di riconoscimento italiano.

La sede Federconsumatori Bologna, in via Gramsci 3, è un punto registrazione e identificazione SPID, ovvero uno degli uffici presso cui prendere appuntamento per avviare o completare la procedura di registrazione, con il documento d’identità inserito nella richiesta e la Tessera Sanitaria. Per maggiori informazioni e prenotazioni, chiamare il numero 051/255810 oppure scrivere una email a info@federconsumatoribologna.it.

Foto di TheDigitalWay da Pixabay

Realizzato con fondi Ministero Sviluppo Economico. Riparto 2020.

117 Visite