Articoli

Energia: cosa accade il 1 gennaio 2021?

Il 1 gennaio 2021 è una data importante per il mercato dell’energia in Italia: è fissato per tale giorno, infatti, il passaggio definitivo delle piccole e medie imprese al mercato libero, con l’abolizione del mercato tutelato.

È necessario sottolineare, però, che si parla solo di piccole e medie imprese: sono escluse le microimprese e soprattutto sono escluse le utenze domestiche, il cui passaggio è invece fissato al 1 gennaio 2022.

Ci teniamo a sottolinearlo perché, approfittando dell’incertezza e della confusione creata dai continui rinvii, molte aziende venditrici stanno letteralmente perseguitando i cittadini minacciandoli a passare sul mercato libero in vista della ormai imminente abolizione del mercato tutelato.

Una condotta inaccettabile, soprattutto ora che l’attenzione e le preoccupazioni dei cittadini sono concentrate intorno all’andamento della pandemia.

Alle autorità competenti chiediamo di vigilare e sanzionare severamente chi opera in maniera scorretta tentando di trarre vantaggio dal clima di incertezza e apprensione in cui vivono le famiglie.

Ai consumatori raccomandiamo invece di non fisarsi di quello che viene comunicato telefonicamente e di non stipulare contratti per telefono né fornire i propri dati personali; se avete intenzione di valutare il passaggio ad una diversa compagnia di vendita, prendetevi tutto il tempo per leggere le offerte e confrontarle e per chiedere, se lo desiderate, l’assistenza di un’associazione di consumatori. Ricordate sempre che fino al 31 dicembre 2021 non c’è alcun obbligo di passare al mercato libero né di cambiare fornitore.

Da gennaio, la Federconsumatori Bologna aprirà uno sportello online di orientamento al mercato libero: per tutte le informazioni, consultate il nostro sito nei prossimi giorni.

Foto di Colin Behrens da Pixabay

152 Visite

Canone RAI: la scadenza si avvicina per chi non ha la TV

Dal 2016 chi non detiene alcun apparecchio televisivo è tenuto ad inviare l’autodichiarazione alla RAI ogni anno, per evitare l’addebito del canone nella bolletta elettrica.
La scadenza per l’invio dell’autocertificazione è il 31 gennaio 2017, ma l’Agenzia delle Entrate consiglia di inviare la modulistica già in dicembre, per evitare l’addebito della prima rata nella bolletta di gennaio. In questo caso, bisognerebbe poi chiederne il rimborso, con dispendio di tempo e soldi.

Quindi, chi non detiene un apparecchio televisivo deve scaricare il modulo sul sito dell’Agenzia e inviarlo nel modo indicato nelle istruzioni. Può essere utilizzata anche la modalità telematica.

Chi invece invierà l’autodichiarazione dopo la scadenza del 31/01/2017, ma entro il 30 giugno, sarà tenuto al pagamento dei primi sei mesi dell’anno.

Sito Agenzia delle Entrate
Modulistica e Istruzioni
FAQ

738 Visite

RC Auto: torna la proroga di 15 giorni

Non più tardi di due mesi fa avevamo avvisato sulla scomparsa della proroga di 15 giorni per la validità delle coperture assicurative RC auto scadute.
Questa possibilità è però tornata con recente D.L. 18 ottobre 2012, n. 179  , all’art.22, che ha introdotto nel Codice delle Assicurazioni private l’art 170 bis:
“L’impresa di assicurazione è tenuta ad avvisare il contraente della scadenza del contratto con preavviso di almeno trenta giorni e a mantenere operante, non oltre il quindicesimo giorno successivo alla scadenza del contratto, la garanzia prestata con il precedente contratto assicurativo fino all’effetto della nuova polizza
».

Resta fermo il divieto di rinnovo tacito della polizza.

 

 

 

E.A.

Realizzato nell’ambito del programma generale di intervento 2010 della Regione Emilia Romagna con l’utilizzo dei fondi del Ministero per lo sviluppo economico

554 Visite