Veneto Banca: 30 Settembre scade il termine per la domanda di rimborso!

Gentile risparmiatore,

con la presente le ricordiamo che il 30 settembre scadono i termini per la presentazione al FITD (Fondo interbancario) delle istanze per ottendere l’indennizzo forfettario al 100% in favore degli obbligazionisti subordinati che hanno i requisiti richiesti. Tali requisiti sono:

– l’aver acquistato le obbligazioni subordinate entro la data del 12.06.14;

– avere un reddito complessivo ai fini IRPEF calcolato al 31.12.14 inferiore a € 35.000,00 ovvero un patrimonio posseduto al 31.12.2015 inferiore a € 100.000,00.

 

Obbligazionisti subordinati interessati sono in totale 6000. Le obbligazioni che danno accesso al fondo hanno i seguenti codici:

 

Emissioni per Popolare di Vicenza in perimetro :

IT0004657471
BPV 4,60 2017 SUB.1
sottoscritta e negoziata sia in cnp diretta che sul mercato da clientela
IT0004724214
BPV ZC 11/18 17A SUB
caricata in sostituzione delle polizze e negoziata sia in cnp diretta che sul mercato da clientela *
IT0004781073
BPV 11/18 18A SUB LT
sottoscritta e negoziata sia in cnp diretta che sul mercato da clientela
*Emissione sulla quale il FITD non si è ancora pronunciato sulla sua ammissibilità o meno

 

Emissioni per Veneto Banca in perimetro:

IT0004241078
VENETO BANCA 2007/2017 TV SUBORDINATO (LOWER TIER 99)
IT0004352784
CASSA RISP FABRIANO E CUPRAMONTE 2008/2048 TV SUBORDINATO
IT0004865041
VENETO BANCA 2012/2022 TF 10% SUBORDINATO (L.TIER II)
XS0337685324
VENETO BANCA EMT TIER I SUBORDINATO 21/12/07 PERP CALL 2017
IT0004494941
VENETO BANCA SUBORDINATO 2009-2019 TF/TV (L. TIER II) 352 C.
Per Veneto Banca risultano sporadiche negoziazioni.

 

Le istruzioni per la presentazione dell’istanza le trovate al seguente link nonchè alle nostra mail già in precedenza inviata: https://www.fitd.it/Home/FDS_ pres_venete

 

Ribadiamo che per chi non dovesse rientrare in tali parametri e quindi si vede precluso l’accesso al fondo resta ad oggi quale unica via quella della presentazione dell’istanza di ammissione al passivo della procedura di liquidazione coatta amministrativa delle banche venete e/o la costituzione di parte civile nell’eventuale procedimento penale.Il termine per la presentazione delle istanze di ammissione è ulteriormente prorogato ai 60 giorni che decorrono dalla pubblicazione dei due DM mentre per le costituzioni di parte civile non sono ancora iniziati a decorrere eventuali termini per la costituzione.

Abbiamo provveduto a denunciare per quanto riguarda gli obbligazionisti sub la ristrettezza dei termini per presentare l’istanza di accesso al fondo nonchè i criteri penalizzanti adottati per il calcolo del patrimonio mobiliare al 2015 ed il grave ritardo nella consegna dei necessrai documenti da parte di Intesa al consumatore.  Abbiamo anche rilevato che Intesa ha provveduto in maniera automatica a far sottoscrive agli obbligazionisti subordinati i modelli per l’accesso al fondo raccogliendo autocertificazioni inveritiere poichè non è stata spiegata allo sportello della banca al consumatore la valenza di tali dichiarazioni che, se mendaci, portano all’apertura di un procedimento penale nei confronti dei risparmiatori.

 

Per gli azionisti stiamo continuando l’interlocuzione col Governo per l’accesso al fondo.

“Realizzato nell’ ambito del Programma generale di intervento della Regione Emilia-Romagna con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello sviluppo economico. Ripartizione 2015″.

452 Visite
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *